News innovazione Interplanet Social Network Tecnologia & Impresa

MLOL, la libreria online gratuita che non sai di avere

Risultati di ricerca Risultato web con link ai siti MLOL - Digital lending (prestito digitale) per le biblioteche
Quotidiani e e-book, ma anche riviste, audiolibri, podcast e album su Spotify. Mlol è il servizio di media-lending gratuito che molti non sanno di avere già a disposizione.

Andiamo subito al dunque: Mlol non è che l’acronimo di Media Library On Line. Ossia una piattaforma per il prestito digitale di migliaia di risorse completamente gratuite, che molto probabilmente sono già a tua disposizione. Anche se forse sei tra i molti che ancora non lo sanno.

E quando parliamo di risorse parliamo di quotidiani come il Corriere della Sera, la Gazzetta dello Sport o il Fatto Quotidiano. O di riviste come Focus o Vanity Fair. Di oltre 34mila e-book e quasi 900 audiolibri, oltre a podcast e album su Spotify. Tutto materiale da vedere o ascoltare quando e dove vuoi, senza spendere un euro.

E come detto, tutto questo è probabilmente già a tua disposizione: non hai bisogno di registrarti né di sottoscrivere nulla. E soprattutto non ti serve uscire.

Insomma, tutta la cultura e l’intrattenimento che cerchi per passare un po’ meglio il tempo chiuso in casa sono appena al di là di pochi click.

Mlol, il progetto

Mlol è un grande progetto fondato sulla condivisione della cultura, grazie al web. È un progetto italiano: mette in rete le risorse di oltre 6mila biblioteche pubbliche, accademiche e scolastiche da tutte le Regioni del nostro Paese. Ma si estende anche a 10 Paesi stranieri, che mettono a disposizione i loro contenuti in lingua originale.

La mission è far sperimentare il modello del prestito digitale di tutta la collezione di risorse: ebook, musica, film, giornali, banche dati, corsi di formazione online (e-learning), archivi di immagini sono di proprietà di ciascuna biblioteca, che li mette a disposizione come succederebbe nello spazio “fisico”. Ma con apertura 7/7 e 24/24. Anzi per certi versi anche meglio, dato che alcuni prodotti come audio e e-book comprendono anche risorse in download da conservare sul proprio dispositivo senza limiti di tempo.

Come entrare in Mlol

C’è un unico requisito: basta essere iscritti a una delle biblioteche aderenti al circuito. Occhio però a non perdere tempo inutilmente cercando il nome del tuo Comune. Per il vicentino infatti va cercata la Rete delle Biblioteche Vicentine, di cui molto probabilmente fa parte anche la tua biblioteca.

Nel form di accesso in homepage, una volta indicato l’ente a cui si è iscritti, basta inserire username e password associati alla propria iscrizione. Cioè codice fiscale e data di nascita (nel formato AAAA-MM-GG).

Oh, chiaro: il vero requisito base è e rimane avere una buona connessione in fibra!

 

Risorse in prestito e risorse open

Una volta dentro, puoi divertirti a esplorare tutto il catalogo delle risorse a tua disposizione. Puoi leggere subito i giornali e le riviste, ascoltare la musica e trovare materiali per lingua o Paese del mondo.

Quanto ai libri, è possibile scaricarli su tablet, smatphone e pure reader. C’è una procedura abbastanza semplice da seguire, spiegata bene nella guida di Mlol. Attenzione, c’è un solo limite: il tempo. Per gli e-book vale infatti la stessa regola della biblioteca reale, e cioè il prestito. Alcuni potrebbero non essere disponibili perchè già occupati, ma basta prenotarli per averli una volta “restituiti”, mentre quelli liberi si possono prendere ricordando che si hanno a disposizione due mesi per completare la lettura.

Oltre al catalogo normale c’è poi un catalogo interamente open, con risorse sempre disponibili, che oltre ai contenuti tradizionali vanno dagli spartiti alle mappe, dai manoscritti ai corsi di formazione online.

Webinar gratuiti della Rete Biblioteche Vicentine

La Rete delle Biblioteche Vicentine ha predisposto una serie di webinar gratuiti per scoprire il mondo Mlol. Ecco le prossime date da segnarsi:

Guardare, ascoltare. Gli audiolibri, il cinema e la musica su MLOL (martedì 24 marzo)

Una biblioteca digitale aperta e partecipata. Le Risorse Open su MLOL (giovedì 26 marzo)

 

Lascia un commento