Fibra Ottica innovazione News

Grandi operatori? Costanti rincari.

2019: Nuovi aumenti tariffari per Wind-3, Vodafone, Tim e Fastweb

Lo dice Repubblica: con Vodafone, Fastweb, Wind e Tim la fibra a casa è balzata fino al 40% in più in due anni. E ora il mercato chiede aiuto ai player locali.

Di fronte a un clima che fa sempre più le bizze, c’è un indice che rimane infallibile per individuare il cambio di stagione. E cioè i rincari sulle tariffe di telefonia fissa e mobile da parte dei grandi operatori.

L’autunno infatti rimane il periodo dell’anno preferito dai grossi player per le tanto detestate “rimodulazioni del contratto”. O meglio, detta in modo assai meno elegante, i rialzi dei canoni. Che per Vodafone, Fastweb, Wind e Tim continueranno anche nelle prossime settimane ad attestarsi tra i 2 e 5 euro al mese. Occhio, non sperate di salvarvi: presto o tardi infatti non avranno risparmiato nessuno dei contratti attivi.

Ancora una volta, dunque, si conferma ciò che andiamo denunciando da anni: i prezzi troppo bassi non sono sostenibili all’infinito, nemmeno dalle maggiori compagnie. Li usano, da sempre, come specchietti per le allodole. E appena possono li ritoccano al rialzo, fino a posizionarsi di nuovo a livelli redditizi rispetto ai costi. Alla faccia della trasparenza.

Coi big la fedeltà (si) paga.

Insomma, sapevatelo: se siente clienti di una grossa compagnia, state certi che la fedeltà non paga. Anzi la pagate voi, e sempre più caro. A dirlo non siamo (solo) noi, ma un’indagine svolta da Repubblica sugli aumenti costanti fatti registrare dalle grandi compagnie negli ultimi due anni sui contratti per la telefonia fissa.

La medaglia d’oro in termini assoluti va a Fastweb Joy Fibra, salita in due anni di 7,80 euro al mese (93,60 euro l’anno!) rispetto ai 25 euro al mese del 2017. Subito dietro c’è Vodafone Iperfibra, salita di 5,49 complessivamente nel biennio, ma con il primato dell’aumento più alto (+2,99 al mese) tra 2018 e 2019.

A seguire ci sono Infostrada Absolute Fibra (+4,50 euro al mese nel biennio) e Tim Smart Casa (+2,50 nel 2018), quest’ultima la sola a essere stata risparmiata da aumenti nel 2019. Ma l’anno è ancora lungo, da questo punto di vista.

Rincari tariffe fisse. Ma c’è un perché?

Loro vi diranno di sì. E che è legato a non meglio precisati “investimenti nella qualità del servizio”. E magari in cambio del vostro assenso vi regaleranno qualche pacchetto aggiuntivo non richiesto. In realtà, come andiamo ripetendo da tempo, non ci sono e non sono previste variazioni delle condizioni sul mercato tali da giustificare scelte di questo tipo. Che sono solo di natura di esaurimento promozionale, anche se questo viene sistematicamente tenuto nascosto nella fase di lancio delle offerte.

Prezzo chiaro con gli operatori locali

Il giochetto continuerà sempre, almeno finchè il settore rimarrà un oligopolio (pochi player con in mano la più grossa fetta di mercato). Ma una piccola crepa si è vista nel mobile, dove l’avvento di Iliad ha scombinato i piani, costringendo i big a rivedere le offerte o a “inventarsi” operatori virtuali con cui recuperare terreno.

“Nel mercato delle connessioni fisse però quasi non esistono operatori virtuali – osserva Marco Bulfon, coordinatore delle indagini sui prezzi dell’associazione Altroconsumo -. Ci sono pochi grandi operatori e scarsa concorrenza: non c’è la possibilità di fare una scelta che si basi sul prezzo basso”.

Tradotto, finchè comanderanno loro, decideranno anche a quali livelli di costi attestarsi più o meno tutti.

Come se ne esce? In un solo modo: scegliendo gli operatori locali. Sono loro l’”effetto Iliad” che attende il mercato. Gli unici che hanno persone e non call center dietro a offerte e servizi. I soli che non vendono solo connessioni, ma un’assistenza vera ai bisogni del cliente. Gli ultimi che possono rompere le regole di un settore dove i prezzi servono solo a farsi la guerra, e non a trasmettere il valore che si acquista quando si sceglie una nuova tecnologia di connessione.

È il momento di cambiare

Insomma, se non lo avete ancora fatto, iniziate a guardarvi intorno e pensate di cambiare operatore. Scegliete chi vi offre condizioni chiare e trasparenti, sia nei costi che nelle condizioni accessorie.

E se ne avete piacere, venite a conoscere Interplanet. Siamo un’impresa del territorio, per questo ci mettiamo la faccia. Le nostre offerte in fibra pura per la casa o l’azienda non hanno nulla da nascondere. Siamo per il modem libero, un diritto come consumatori, ma sappiamo consigliare il meglio. E cresciamo ogni giorno nei numeri e nella qualità, mai nel prezzo. Nemmeno di fronte all’aumento dell’Iva.

 

Con noi sì che la fedeltà paga!

Lascia un commento