Fibra Ottica innovazione News Tecnologia & Impresa

Fibra ottica e trasparenza, occhio al bollino

Stretta dell’Agcom contro le pubblicità ingannevoli dei big: è fibra ottica solo se ti arriva fino a casa. E dimostrarlo diventa… questione di etichetta.

Fibra ottica? Piano con le parole. Sì perché da oggi gli operatori che vendono connessioni dovranno stare attenti ai termini con cui presenteranno al cliente il loro prodotto. Lo ha stabilito l’Agcom, che ha deciso per una stretta contro le pubblicità ingannevoli dei big delle telecomunicazioni. Si potrà chiamarla fibra ottica solo se arriva fino a dentro casa. O fino al palazzo, in caso di imprese o soluzioni abitative multiple.

E per chiarire le idee ai clienti un po’ meno esperti, si dovrà fare attenzione al… “bollino di qualità”.

Di fibra ottica ce n’è una sola

Fino a oggi quando si parlava di fibra, non è che andasse bene proprio tutto tutto, ma quasi. Questo perché i nostri Comuni e le nostre città effettivamente sono diventati via via sempre più cablati quindi abbiamo iniziato a prendere confidenza con questa tecnologia. Ma la fibra si limita in molti casi alle dorsali principali. Cioè arriva nel territorio comunale, fermandosi però agli armadi esterni distribuiti per le vie e per i quartieri.

In questi casi si parla di FTTC (v. immagine sotto) cioè tradotto Fiber To The Cabinet. Un’architettura che si integra al rame già esistente per il cosiddetto “ultimo miglio”, il cavo che di fatto realmente ci arriva dentro casa.

fibra ottica etichetta

 

Se l’FTTC rappresenta indubbiamente un salto di qualità rispetto alla ormai obsoleta ADSL (in termini di velocità e stabilità del segnale) la vera rivoluzione naturalmente è l’FTTH (o FTTB), da Fiber To The Home/Building. L’unica architettura in fibra pura al 100%.

Ecco: mentre prima a livello commerciale era consentito parlare generalmente di “fibra” sottintendendo in modo vago se fosse l’una o l’altra (soprattutto quando si trattava dell’altra…) adesso l’Agcom ha detto basta. La vera fibra è solo una: quella pura al 100%. E i messaggi pubblicitari, le comunicazioni commerciali e gli spot dovranno necessariamente tenerne conto.

Basta comunicazioni ingannevoli

L’Agcom è arrivata a questa decisione per punire gli operatori “furbetti” che fino a oggi attraverso i media nazionali hanno diffuso comunicazioni spesso deliberatamente ambigue.

Tanto per dirne una: la distribuzione geografica dell’FTTH oggi è ancora limitata. Sono cablate le principali grandi città italiane, e da un paio d’anni grazie a Interplanet anche Montecchio Maggiore. Ma qualcuno, tipo Fastweb, ha reclamizzato prestazioni da “fibra pura” senza specificare che in realtà non vale ovunque. Risultato: clienti delusi e una bella sanzione.

Poi ci sono quelli come Telecom. Che hanno associato prestazioni da FTTH a prezzi troppo stracciati per essere veri. E infatti non lo erano.

Attenzione a sigle e bollino colorato

Come si fa a non farsi ingannare? Agcom ha pensato anche a questo. In tutte le campagne informative dovranno essere usati i termini corretti, e in quelle di comunicazione grafica ogni operatore adesso dovrà affiancare al servizio venduto una sigla su sfondo colorato.

F su sfondo verde
La connessione più veloce, in fibra ottica pura al 100% (FTTH/FTTB). Consente velocità garantite in download fino a 300 Mega (ampliabile fino al Giga) e il massimo della stabilità.

FR su sfondo giallo
Fibra-Rame o Fibra Radio. Sistema misto che integra alla fibra della dorsale l’ultimo miglio tramite cavo in rame o ponte radio. con velocità nominali fino a 100 Mega e fino a 200 Mega in base alla tecnologia utilizzata nell’Armadio.

R su sfondo rosso
Rame o Radio. Le due tipologie di connessioni più lente, con profili che arrivano ai 20/30 Mega/nominali.

Interplanet, trasparenti per natura

Se ci conoscete, lo sapete bene. Per noi chiarezza e trasparenza nei confronti dei clienti sono valori non negoziabili. Così come il rispetto delle regole.

Per questo, nonostante sia stata una vera corsa il contro tempo – Agcome concede 15 giorni di tempo per mettersi in regola a partire dal 19 luglio – ci siamo già adeguati alle nuove disposizioni.

Da oggi sul nostro sito, sui social e in tutte le comunicazioni pubblicitarie che produrremo ogni servizio e ogni promozione saranno presentati con la terminologia corretta o accompagnato dal nuovo “bollino di qualità”.

Una garanzia in più per voi, anche se clausole e “furberie” comunque non hanno mai trovato spazio nel nostro modo di lavorare.

Noi siamo un’azienda del territorio, non un colosso macina contratti. Crediamo nella serietà, nell’impegno, e soprattutto nella vostra fiducia. Che non possiamo permetterci di perdere.

Ne siamo sicuri: è grazie a questo approccio che abbiamo superato i 10.000 clienti dall’avvio della nostra attività, ormai 23 anni fa. Numeri forse diversi da quelli dei big del nostro settore, ma fatti di persone e aziende che conosciamo per nome. Compagni di viaggio, con cui siamo fieri di aver instaurato un rapporto sincero e duraturo.

E voi che ne dite di allargare la nostra grande famiglia? ;)

SCOPRI TUTTI I SERVIZI INTERPLANET DEDICATI ALLA FAMIGLIA

Lascia un commento