Editoriale

Facciamo chiarezza

73b8531a555ce1ee6200a72c72b2608f.upload“Buongiorno, sono Patrizia di Telewindafon, parlo col signor Nicola?” “Si.” “Salve signor Nicola, la chiamo per proporle la nuova promozione A 19 EURO TUTTO COMPRESO…”.
Eccetera, eccetera. Offerte speciali, occasionissime, sconti imperdibili. Tutti noi riceviamo giornalmente telefonate dai call center che ci propongono l’acquisto di prodotti e servizi. Fino a qui niente di male, se si esclude la seccatura di dover rispondere al telefono. Il fatto è che sempre più spesso gli operatori tentano di persuaderci facendo leva sul prezzo e su caratteristiche di qualità non verificabili.
E’ normale: hanno un budget da raggiungere a fine mese, ad ogni costo. Non c’è da stupirsi se Patrizia non ha la minima idea del fatto che le promesse da lei fatte al telefono siano o meno mantenute da Telewindafon: non è un problema suo, soprattutto se lavora per un call-center. In particolare, nel campo dei servizi internet le grandi compagnie sembrano aver iniziato la stagione di caccia. Promesse di prezzi sempre più convenienti e di velocità strabilianti. Ma è tutto vero? Purtroppo no, non è tutto vero. Nel post “Specchietti per le allodole” abbiamo cercato di fare un pò di chiarezza. A scanso di equivoci, ritengo che la concorrenza sia l’anima del mercato, l’unica vera garanzia per i consumatori. Ma siamo proprio sicuri che il prezzo più basso sia sempre e in ogni caso sinonimo di una buona scelta? Quando acquistiamo un televisore o un’automobile cerchiamo pedissequamente il prezzo più basso senza considerare la qualità del produttore, l’assistenza ed il supporto postvendita? Le connessioni internet non fanno eccezione: dietro al prezzo più basso (di pochi euro, peraltro!) si nascondono spesso molti asterischi, e molte delusioni. Attenti a non farvi impallinare…

Lascia un commento