Interplanet News

Tim-Vodafone, piovono rincari

rincari tim vodafone

Dopo i rialzi estivi, altra tegola per privati e aziende: incrementi “forzosi” fino a 5 euro al mese. Recedere si può, ma va fatto in fretta.

Si scrive “importanti novità”, si legge “rincari”. Le grandi compagnie ci cascano di nuovo: dopo i rialzi su ADSL e fibra per utenze private, Tim ritocca i costi dei servizi business. E Vodafone segue a ruota.

Rincari Tim Impresa Semplice

Dal 1° di novembre aziende e partite IVA associate a Impresa Semplice dovranno pagare 5 euro al mese in più (IVA esclusa) per le principali offerte internet e telefonia fissa. E non solo. Chi ha pure il servizio ISDN mediante la borchia NT1 Plus, dovrà aggiungere altri 3 euro al mese. Motivo: il rincaro pure sul noleggio della borchia, cioè la “scatoletta” che consente il collegamento di apparecchi e impianti telefonici analogici.

Rincari Vodafone per privati

E chi ha Vodafone non se la passa molto meglio. Anche qui è in programma la rimodulazione di alcune delle offerte di linea fissa, naturalmente all’insù. In questo caso i costi saranno “addolciti” con una promozione a prestazioni (leggermente) superiori, ma di fatto o così, o così. Data del passaggio: 20 novembre. Rincari: 3 euro per le linee telefoniche, e 1,49 euro per gli altri piani fissi. Il tutto non al mese, ma ogni 4 settimane.

Diritto di recesso: entro quando?

Naturalmente chi non accetta l’aumento forzoso ha un’alternativa: cambiare operatore. Però lo deve fare in fretta, per non rischiare penali o costi di migrazione. Tim fissa la scadenza tassativa al 31 ottobre per i clienti business, mentre Vodafone dà tempo 30 giorni dall’avvenuta comunicazione.

Aumento dei costi: ma c’è un perché?

In realtà non esiste nessun motivo, almeno dichiarato. Perché, intendiamoci: se sei un operatore di telecomunicazioni e il mercato ti pone all’improvviso condizioni che incidono sull’aumento dei tuoi costi, allora ne possiamo parlare. (Anche se noi nemmeno dopo l’aumento dell’Iva abbiamo voluto ritoccare le tariffe).

Ma così, senza nessuna apparente motivazione, come la mettiamo? Perché sembra proprio che i prezzi stracciati e “per sempre” alla fine sono “per sempre” solo finché fa comodo. E chi ci conosce da un po’ forse ricorda di quando mettevamo in guardia dagli “specchietti per le allodole”.

La soluzione? Cambiare!

Ad ogni modo la soluzione per farvi sentire ce l’avete: una bella comunicazione scritta per comunicare il cambio di operatore. Mantenendo il numero di telefono, passate alle condizioni che più fanno al caso vostro. Sul nostro sito potete dare un’occhiata alle nostre (Senza trabocchetti… ;) )

Lascia un commento

© Interplanet S.r.l.
Via Madonnetta, 215 - 36075 Montecchio Maggiore (VICENZA) Italy
P.IVA/C.F. 02508980246 - REA 236299 - Capitale Sociale € 545.455,00 i.v.
0444.699.399
0444.498.301
info@interplanet.it